Nella Sura Maidah 5:46 il Qur’ān dice che “l’Ingīl era guida e luce” (al passato)?

Questa affermazione è basata su una incomprensione del testo arabo. La frase in arabo “وَنُورٌ فِيهِ هُدًى الإِنجِيلَ “; Al-Injīla fiyhi Hudayy wa nur, tradotto letteralmente “…in esso guida e luce…”. Non c’è alcun verbo qui, però implica il tempo presente (“è”). In arabo la frase copulativa al tempo presente non chiede il verbo “essere” (“kana”). Quindi, “L’uomo è grande” in arabo si traduce letteralmente “L’uomo un grande”. Il tempo è suggerito dal contesto. Il noto bengalese, il Dr. Luftor Rahman fa il seguente commento su questo verso nel suo libro “Vita Religiosa”:

Chi crede davvero in tutte le scritture di Allah? A parte il solo Qur’ān, non ho mai visto nessuno leggere l’Ingīl (La Bibbia), i Salmi o la Torah. Molti musulmani insultano Hazrat ˁĪsā. Il Qur’ān dice che la guida e la luce è l’Ingīl. Non ho mai visto nessuno cercare di procurarsi l’Ingīl! Per prima cosa devi essere un cristiano, sennò come puoi essere un musulmano? (1) 

  1. Lutfar Rahman, Dharma Jeevan. (Joy Prokashoni: Dhaka, 2005), p. 22.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.