Ingil in greco?

“L’Ingīl greco non può essere l’Ingīl originale di Gesù giacché Gesù parlava ebraico o oramaico.”

Zakir Naik ha affermato:

“Nonostante Gesù Cristo (pace su di lui) parlasse ebraico, il manoscritto originale che avete è in greco.” (1)

È vero che Gesù capiva probabilmente l’ebraico, sebbene la sua lingua materna non fosse l’ebraico ma l’aramaico galileano. Il greco era la lingua franca dell’epoca, e dunque quella che era era ampiamente utilizzata in Palestina. Gli studiosi affermano che Gesù, siccome era un falegname, avrebbe conosciuto anche il greco. In certi momenti avrebbe insegnato in aramaico, altri in greco (per esempio quando ha parlato con la donna greca sirofenicia in Marco 7:26-30). È chiaro che il Nuovo Testamento (Ingīl) era originariamente scritto in koinè greca, e non tradotto dall’aramaico. La koinè greca era la lingua più apprezzata per le scritture per il fatto che era la lingua più ampiamente intesa nel mondo dell’epoca. Le Scritture non sono state soltanto rivelate in alcune lingue semitiche “superiori”. Lo stesso Qur’ān dice che è stato rivelato “in arabo, affinché possiate comprendere”” (Sura Yusuf 12:2).

  1. Zakir Naik, The Qur’ān and the Bible in the Light of Science. (Adam Publishers, New Delhi, 2008) p. 118.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.